La Bibbia non affronta il modo in cui i credenti dovrebbero seppellire un corpo.

Ci sono eventi nell’Antico Testamento di persone bruciate a morte (1 Re 16:18; 2 Re 21:6) e di ossa umane bruciate (2 Re 23:16-20), ma questi non sono esempi di cremazione.

La cremazione era praticata nei tempi biblici, ma non era comunemente praticata dagli israeliti o dai cristiani del I Secolo. Nelle culture della Bibbia sono menzionate le sepolture nelle tombe, nelle caverne o nel terreno, che erano i modi comuni per spargere un corpo umano (Genesi 23:19; 35:4; 2 Cronache 16:14; Matteo 27:60-66).

La cremazione è qualcosa che un cristiano può considerare? Ancora una volta, non vi è alcun comando scritturale contro la cremazione. Sebbene la Chiesa cattolica una volta proibisse le cremazioni, ha ammorbidito la sua posizione e ora lo consente purché i resti cremati siano presenti durante il funerale.

Alcuni credenti si oppongono alla pratica della cremazione dei morti sulla base del fatto che un giorno Dio li risusciterà (1 Corinti 15:35-58; 1 Tessalonicesi 4:16). Tuttavia, il fatto che il corpo sia stato cremato non presenta alcuna difficoltà per Dio nel resuscitarli. I corpi dei cristiani morti migliaia di anni fa sono comunque ormai completamente ridotti in polvere. Questo non impedirà in alcun modo a Dio di resuscitare i loro corpi. Avendoli creati, non avrà difficoltà a ricrearli. La cremazione non fa altro che “accelerare” il processo di trasformazione di un corpo in polvere. La questione della sepoltura o della cremazione rientra nell’ambito della libertà cristiana.

Ci sono molti punti di vista diversi sulla cremazione, quindi controlla con la tua istituzione locale per vedere come vedono questi tipi di disposizioni finali.

top
Invia un messaggio su WhatsApp
Don`t copy text!